Fondo 014 - Giovanni Bernasconi 1905 - 1993


Giovanni Bernasconi nasce a Riva San Vitale nel 1905 da Florindo Bernasconi (di professione capomastro e impresario) e Leonilde Piotti. Frequenta le scuole a Balerna, poi a Bellinzona ed in seguito il Technicum a Bienne. Nel 1927 consegue il diploma di architetto e comincia a lavorare con il padre a Balerna. Nel 1928 progetta la sua prima opera alternando poi l’attività professionale con quella di collaboratore nell’impresa paterna. Nel 1945 muore il padre e Giovanni eredita l’impresa di costruzione. A partire dal 1953 collabora alla redazione di Rivista Tecnica e pubblica mensilmente una rubrica detta “Scaffale” scrivendo articoli sull’architettura del periodo.

Nel 1974 cessa l’attività di impresario e nel 1981 interrompe la collaborazione a Rivista Tecnica. Nel 1982 il suo archivio viene parzialmente distrutto. Muore a Balerna nel 1993.

Tratto da “Architekten-Lexikon der Schweiz”, Birkhäuser Verlag, voce a cura di Emanuele Sauerwein. “Giovanni Bernasconi Sen. Architetto 1905-1993” Quaderno I, a cura di Gianluigi Bisagni, Fondazione AAT, Ed. Ulivo 1998